Il regalo più bello che potete fare a una donna incinta è un libro, ma non si tratta del solito manuale (tanti ve ne ho consigliati – e continuerò a farlo – con il tag #leggerecolpancione): 40 settimane. Cronaca di una gravidanza di Gloria Vives Xiol, edito da Settenove, è una graphic novel che ha riscosso un enorme successo in Spagna e che merita davvero di essere tenuta sul comodino, almeno fino al concepimento. Un “diario a fumetti” tenero e ironico al tempo stesso, che ben descrive quello che succede alla donna (e alla coppia) quando si aspetta un figlio.

È il racconto di un’attesa, e di tutto ciò che essa comporta. Perché la nascita di una nuova famiglia parte proprio dal concepimento, anzi da un’idea.

In questo libro c’è proprio tutto, dall’euforia dei mesi in cui cerchi di rimanere incinta alle tensioni quando scopri che il test è ancora una volta negativo. Ma poi le lineette compaiono e tutto cambia. Gloria si è messa a nudo in questo libro, nel vero senso della parola, e non si è preoccupata di raccontare anche i lati più tristi di una gravidanza mancata.
40 settimane

2 cm sembrano così tanti, sulla piccola foto della prima ecografia, e invece…

40 settimane

Diventare mamma è la cosa più bella che tu possa fare, doni la vita a un’altra persona e le permetti di conoscere l’amore. È normale che questo porti con sé anche 1000 pensieri, 1000 preoccupazioni e 1000 consigli non richiesti. Gloria ha saputo trasformare questo viaggio in un libro unico e indimenticabile, proprio come dovrebbero essere le 40 settimane più belle della nostra vita.

40 settimane

Concordo assolutamente con quanto afferma il quotidiano spagnolo El Paìs:

Con un linguaggio fresco e immediato Glòria Vives racconta episodi che strappano un sorriso a chi ci è già passato e sono di grande utilità a chi li sta vivendo.

Se ci sei già passata, non puoi non sorridere a ricordare certe emozioni.

40 settimane

40 settimane

IMG_0315

E se invece sei in dolce attesa, questo libro ti accompagnerà con tatto e ironia ad affrontare un percorso nuovo e meraviglioso.

40 settimane

Come dimenticare quelle 40 settimane, piene di emozioni, dolci pensieri, ansie, lacrime e sorrisi.

40 settimane

Ricordo quasi tutto: l’emozione di sentire per la prima volta il battito cardiaco del fagiolino che portavo in pancia, i primi calci, lo shopping compulsivo una volta avuta conferma che si trattava di una bimba, la pancia che lievitava come il panettone in forno, le spinte in sala parto… e l’immensa sensazione di gioia nel vedere per la prima volta quegli occhi da cui non riesco tutt’ora più a staccarmi.

40 settimane

Il viaggio di Gloria non finisce, però, con il libro: è possibile seguire la vita della sua famiglia sul blog che ha dedicato alle sue figlie.

E per te, qual è stato il momento più bello della gravidanza?